• Scelta

Che materiali scegliere per una pergola?

Hai deciso di installare una pergola per sfruttare al massimo il tuo spazio esterno. Sempre più moderne ed estetiche, le pergole contemporanee sono veri e propri luoghi di relax. Potrai goderti i momenti in famiglia e le cene con gli amici in giardino, al riparo dal sole e dalle intemperie! Prendiamoci un attimo per riflettere sui materiali più adatti per la costruzione del rifugio dei tuoi sogni.

Materiali per la struttura di una pergola

La struttura di una pergola è più frequentemente realizzata in legno, alluminio o ferro battuto. Alcune pergole sono realizzate in PVC, ma questo materiale non è durevole nel tempo. 

L’alluminio sta gradualmente sostituendo il legno, sebbene quest’ultimo sia ancestrale e decisamente estetico. Le linee fini e pulite delle pergole moderne richiedono un materiale particolarmente malleabile. Inoltre, l’alluminio è resistente nel tempo e richiede poca manutenzione. Tuttavia, il legno e il ferro battuto sono ancora molto gettonati. Confrontiamo questi tre materiali.

Una struttura in alluminio

Qualunque sia il tipo di pergola che hai intenzione di costruire, l’alluminio si adatta a tutti gli ambienti. Se la pergola è addossata, sarà in perfetta armonia con la tua casa. Una pergola autoportante, si fonderà con il paesaggio naturale. 

L’alluminio è considerato un materiale molto speciale ed è estremamente resistente. Non arrugginisce e non viene danneggiato dalle intemperie o dai raggi UV. La manutenzione è facile e veloce. La pergola in alluminio dovrebbe essere pulita due volte all’anno con acqua saponata. Un gioco da ragazzi!

Se stai progettando di installare una pergola bioclimatica, devi sapere che l’alluminio è IL materiale protagonista. È molto popolare per la sua durata, riciclabilità e rispetto dell’ambiente. Inoltre, le lamelle orientabili di una pergola bioclimatica in alluminio si asciugano rapidamente, il che è molto utile nei giorni di pioggia. 

Un ultimo vantaggio: i produttori offrono strutture in alluminio in vari colori.

La tradizionale struttura in legno

Elegante a non finire, il legno è il materiale più utilizzato nella costruzione delle pergole. Richiamando le pergole dei giardini italiani, il legno conferisce un’aria romantica al giardino. È possibile costruire una pergola bioclimatica in legno. Il legno si integra perfettamente in un ambiente “verde” e regala un aspetto caldo e naturale. 

Tuttavia, occorre prestare attenzione ad alcune considerazioni speciali. Essendo il legno un materiale vivo, reagisce alle condizioni climatiche e deve essere trattato. È preferibile usare tipologie di categoria 3 e 4 (quercia, pino, teak, cedro, ecc.), che sono abbastanza adatte all’uso esterno. Il trattamento in autoclave protegge il legno naturale dai danni di insetti e funghi. 

Il legno viene usato anche per la struttura e le lamelle orientabili di alcune pergole bioclimatiche.

La pergola in ferro battuto

Aaah! Le curve poetiche e vintage del ferro battuto! Questo savoir-faire artigianale e ancestrale conferisce personalità allo spazio esterno. È robusto e si sposa a meraviglia con le piante rampicanti. Tuttavia, si assiste a un calo di richiesta di pergole in ferro battuto poiché questo materiale richiede una manutenzione meticolosa. Infatti, per quanto solido possa essere, il ferro si sgretola e arrugginisce. Deve quindi essere trattato con una pasta abrasiva, i punti di ruggine devono essere levigati e la struttura deve essere regolarmente verniciata con vernice antiruggine.

I materiali di copertura per pergola

Per quanto riguarda il tetto delle pergole, i materiali più usati sono i seguenti:

  • policarbonato; 
  • vetro (doppi vetri);
  • plexiglas; 
  • doghe in legno; 
  • tegole;
  • arelle...

In caso di un tetto di tegole, scegli un modello simile al tetto della tua casa per creare armonia. 

Il policarbonato è uno dei materiali più comuni utilizzati nella costruzione di coperture per pergole in alluminio. Permette alla luce naturale di entrare proteggendo, allo stesso tempo, dai raggi UV.