• Piante

Come fissare un rosaio rampicante su una pergola?

Una pergola è un riparo che fornisce protezione dal sole, ma anche un effetto decorativo all’abitazione. Oltre al design e alla composizione della sua struttura, l’estetica della pergola è data dal colore e dagli elementi che la compongono. E cosa c’è di più estetico e decorativo di un rosaio? Bucolico e più che mai affascinante, il rosaio rampicante profuma i vialetti e adorna l’abitazione. In questo articolo, ti spieghiamo come fissare un rosaio rampicante alla pergola.

Fissare un rosaio rampicante: le regole di base

LLa prima cosa da tenere a mente quando si fissa una rosaio rampicante a una pergola è che non si tratta veramente di una pianta rampicante. Usa infatti le sue spine per aggrapparsi. Tuttavia, per far sì che il rosaio si arrampichi senza troppe difficoltà, deve essere assistito. Per farlo:

  • fissa dei legacci flessibili ogni 40-50 cm per tenere il rosaio e dargli la direzione desiderata sulla pergola;
  • oppure crea un sistema di fili orizzontali su cui crescerà il rosaio.

Un rosaio è un rampicante piuttosto pesante. È opportuno assicurarsi che la struttura sia in grado di sostenerne il peso. La pergola dovrebbe essere realizzata con un materiale robusto ed essere saldamente sostenuta nel terreno. I rosai rampicanti hanno bisogno di uno spazio aperto. Presta attenzione a piantare le radici a una distanza di 20-30 cm dalla pergola. Questo darà al rosaio spazio sufficiente per crescere. Per quanto riguarda l’esposizione, i rosai amano particolarmente le zone soleggiate. Quindi opta per un’esposizione rivolta a sud. Se la tua pergola è installata in una zona calda, trova un angolino a mezza ombra per evitare che le foglie brucino.

Rosaio rampicante rimontante o no?

Esistono alcune differenze tra i rosai rampicanti rimontanti e quelli non rimontanti:

  • il rosaio rampicante rimontante fiorisce più volte all’anno, mentre quello non rimontante fiorisce una sola volta;
  • il rosaio rimontante non è necessariamente un rampicante;
  • il rosaio rampicante si sviluppa verso l’alto;
  • il rosaio non rampicante deve essere potato poco.

Per un periodo di fioritura più lungo, scegli un rosaio rimontante, ma assicurati che sia anche rampicante!

Quale specie di rosaio rampicante è adatto alla tua pergola?

Ecco una piccola selezione di rosai rampicanti che permetteranno alla tua pergola di fiorire tutta l’estate:

  • Il rosaio “Lady of the Lake” può arrampicarsi fino a 4 metri con una diffusione di 150 cm. È particolarmente resistente alle malattie e al gelo (fino a -25°C); il rosaio “Musquée sans Soucis” non richiede alcun trattamento e produce piccoli frutti arancioni in autunno;
  • Il rosaio “Petit bonheur” non è molto spinoso e cresce fino a 2,50 metri. Presenta fiori a pompon ed è molto resistente alle malattie e al gelo. È ideale per pergole e pergolati;
  • il rosaio “The albrighton rambler” può arrampicarsi fino a 5 metri di altezza, è particolarmente rimontante e produce fiori spessi e resistenti alla pioggia;
  • Il rosaio “Phyllis Bide” si arrampica da 2 a 3 metri di altezza e produce piccoli fiori che cambiano colore.

Istruzioni per fissare un rosaio rampicante alla pergola

Ora che sai quale rosa rampicante piantare accanto alla tua pergola, ecco  i passaggi da seguire per far sì che fiorisca senza difficoltà. Assicurati che il luogo dove intendi piantare il rosaio sia a mezz’ombra. Pianta quindi il rosaio rampicante ad almeno 20 cm dal palo della pergola o dal muro, come indicato all’inizio dell’articolo. Le radici devono essere poste in modo che i rami principali puntino naturalmente verso il muro o il palo. È preferibile interrare il punto d’innesto a circa 2 cm di profondità al fine di proteggerlo dal freddo. Tuttavia, non occorre interrarlo se si vive in una zona mite con terreno umido. Da sapere: poiché la maggior parte dei rosai di oggi sono innestati, il punto d’innesto è la cicatrice che si forma sulla corteccia, sotto i primi rami. Quando i rami raggiungono i 40 cm, puoi attaccare le nuove gemme al supporto in modo molto flessibile per non danneggiare il rosaio. Per coltivare il rosaio orizzontalmente, sceglierai alcuni rami sufficientemente forti dopo un anno e che legherai orizzontalmente ogni 20 cm. Da sapere: Coltivare orizzontalmente rosai rampicanti rimontanti o non rimontanti favorisce la comparsa e lo sviluppo di nuove gemme. I rosai rampicanti non dovrebbero essere potati per tre anni. In seguito, vengono potati ogni primavera.